Clarity si sposta a Sesto San Giovanni (mi)

di seguito tutti i nuovi dati di contatto.

 

Sede Legale:

Via Montefeltro 6/A - 20156 Milano (MI) Italia

Sede Amministrativa ed operativa:

Via Mazzini 33 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) Italia

 

Telefoni
+39 02 45381610

 

Fax
+39 02 45075180

 

Mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Buongiorno, Microsoft ha appena rilasciato il seguente comunicato di termine supporto per i prodotti che utilizzano i protocolli email RPC-over-http.

Questo vuol dire che :

 Il 31 ottobre 2017 è un giorno importante per Outlook e Office 365: da quel giorno, il protocollo RPC-over-HTTP (noto anche come Outlook Anywhere) non sarà più supportato e solo MAPI-over-HTTP sarà ufficialmente supportato per la connessione di Outlook ad Office 365.

L'annuncio ufficiale lo trovi qui.

E allora?

E allora potrebbe succedere che i clienti non possano più lavorare o potrebbero ritrovarsi a lavorare male con la posta elettronica perché il protocollo che usano per collegarsi alla loro email non verrà più supportato.

La domanda che sorge spontanea è quindi: quali versioni di Outlook sono supportate e sono in grado di lavorare correttamente con Office 365?

Ecco la sintesi della situazione dei vari Outlook e di quello che occorre fare in base della versione di Outlook utilizzata:

  • Outlook 2007 e versioni precedenti non sono supportati a partire dal 31 Ottobre 2017 e MAPI-over-HTTP non è supportato da Outlook 2007. Questo vuol dire che chi usa questa versione deve aggiornare il proprio software a Office 2010-2016.
  • Outlook 2010 può essere aggiornato a una versione in grado di supportare il protocollo MAPI-over-HTTP. La build minima che supporta questo protocollo è al versione con build 14.0.7164.5002. L'upgrade è necessario per evitare problemi di connettività o una scarsa qualità di lavoro.
  • Outlook 2013 può essere aggiornato a una versione in grado di supportare il protocollo MAPI-over-HTTP. La build minima che supporta questo protocollo è al versione con build 15.0.4779.1002. L'upgrade è necessario per evitare problemi di connettività o una scarsa qualità di lavoro.
  • Per chi utilizza Outlook 2016, Microsoft suggerisce un upgrade a queste build:

- Subscription: 16.0.6568.20xx;

- MSI: 16.0.4312.1001.

Questa non è una rottura di scatole, anche se a prima vista potrebbe sembrarlo.

La tua posta elettronica potrebbe non funzionare dopo il 31 Ottobre 2017.

Office 365 non supporterà parecchie versioni di Outlook a partire dal 31 ottobre 2017.

Ma non temere: abbiamo una soluzione pronta per te.

Microsoft ha recentemente annunciato alcuni cambiamenti che riguardano le modalità con cui Outlook si collega a Office 365; in seguito a questa decisione, diverse versioni di Outlook non funzioneranno più.

E' possibile che tu debba eseguire alcuni interventi di aggiornamento per essere certo di non avere problemi con la posta elettronica.

Se vuoi sapere se i tuoi Outlook avranno dei problemi, chiama il numero [02.00697870]: saremo lieti di farti un check gratuito e suggerirti il modo migliore per evitare disservizi di posta elettronica.

Se in seguito al lavoro di aggiornamento di Outlook deciderai di aderire al nostro contratto all-inclusive ti sconteremo questo intervento dal prezzo del contratto! 

IMG 7922

Giornata dedicata agli aggiornamenti sulle ultime tecniche di protezione per lo staff tecnico di Clarity.

Tenersi aggiornati è fondamentale in un mondo che cambia giorno dopo giorno e che rende sempre più complesso garantire la sicurezza delle reti aziendali ormai diventate fluide e non più legate ad infrastrturrure fisiche a cui mettere i lucchetti.

Cloud, accessi remoti, smartphone, webapp rendono l'accesso alla rete azendale sempre più dinamico e meno controllabile.

Tutto cio richiede attenzioni e sensibilità nuove in modo da poter offrire ai propri clienti le migliori soluzioni disponbilibili.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Cookie